Home / Senza categoria / “Trullincorsa Tricolore”, sport e cultura assieme ad Alberobello
Trullincorsa Tricolore
Trullincorsa Tricolore

“Trullincorsa Tricolore”, sport e cultura assieme ad Alberobello

Mancano 4 giorni all’appuntamento sportivo più importante dell’anno per Alberobello. La Capitale dei Trulli, sabato 1 settembre, ospiterà «Trullincorsa Tricolore», il Campionato Italiano Fidal di corsa su strada 10 km, organizzata dall’Alberobello Running in sinergia con Fidal Puglia e Comune di Alberobello.

In palio in totale ci saranno 36 titoli italiani ripartiti nelle varie categorie, maschili e femminilie di tutte le categorie: promesse, juniores, allievi e master: gli organizzatori fanno sapere che è previsto l’arrivo di circa 3.000 atleti provenienti da tutta Italia.

«Con grande piacere dò il benvenuto a tutti gli atleti e accompagnatori – ha detto Alfio Giomi, presidente nazionale della Fidal –. Il suggestivo scenario del centro storico di Alberobello farà da cornice alla grande atletica e, poiché Turismo e Sport stanno diventando un connubio inscindibile, sono sicuro che tutti apprezzeranno le meraviglie di questa splendida e unica città.».
«Portare la grande atletica in Puglia è stato uno degli obiettivi programmatici del mio mandato – ha fatto eco il presidente Fidal Puglia, Giacomo Leone – e per onorare questo impegno corriamo in un luogo magico ed unico come solo il sito UNESCO della Valle D’Itria può essere.».
«In qualità di sindaco del Comune di Alberobello sono onorato di poter ospitare nel nostro paese, patrimonio dell’UNESCO, il Campionato Italiano di atletica – ha commentato Michele Longo, sindaco di Alberobello-. La Comunità alberobellese, che si contraddistingue da sempre per un forte sentimento di accoglienza e generosità, sarà lieta di ricevere i tanti atleti che ci onoreranno della loro presenza. A loro, fin da adesso, diamo il benvenuto affinché possano vivere tra i nostri trulli un week end all’insegna di sport, divertimento e relax.».

Fonte: Comune di Alberobello

About Redazione Rivista Siti Unesco