Home / PRIMA PAGINA / Tutela del Patrimonio Mondiale: il ticket d’accesso a Venezia

Tutela del Patrimonio Mondiale: il ticket d’accesso a Venezia

Se ne parla: a Venezia arriva un ticket sugli sbarchi, secondo quanto previsto dal’ emendamento alla manovra finanziaria per il 2019.

Secondo il documento, pubblicato in G.U. del 31 dicembre, “il comune di Venezia è autorizzato ad applicare per l’accesso, con qualsiasi vettore, alla Città antica e alle altre isole minori della laguna, il contributo di cui all’articolo 4, comma 3-bis, del decreto legislativo 14 marzo 2011, n. 23, alternativamente all’imposta di soggiorno di cui al comma 1 del medesimo articolo, entrambi fino all’importo massimo di cui all’articolo 14, comma 16, lettera e), del decreto-legge 31 maggio 2010, n. 78, convertito, con modificazioni, dalla legge 30 luglio 2010, n. 122.”.

Il valore della cosiddetta “tassa di sbarco” potrà essere compresa fra 2,5 e 5 euro in base al periodo, ma potrà salire a 10 euro in altissima stagione. Le funzioni di sostituto d’imposta dovrebbero essere svolte dalle compagnie che fanno servizio di trasporto a fini commerciali (pullman, aerei, navi da crociera). L’obiettivo della misura è quello di frenare il turismo “mordi e fuggi” di un giorno e aumentare il gettito ed è un dispositivo già previsto per alcune isole minori come le Eolie e l’Elba.

Ma è questa una soluzione per tutelare Venezia dalle problematiche create dal turismo di massa?

 

About Direzione Rivista Siti Unesco

Check Also

Conferenza internazionale sul patrimonio culturale subacqueo

E’ in corso negli Ateliers des Capucins di Brest, in Francia, la Conferenza internazionale sul …