Home / Residenza d’Artista alle Gallerie dell’Accademia di Venezia
Gallerie dell'Accademia Venezia
Gallerie dell'Accademia Venezia

Residenza d’Artista alle Gallerie dell’Accademia di Venezia

Le Gallerie dell’Accademia di Venezia presenteranno giovedì 21 giugno in conferenza stampa il “Progetto di residenza d’artista” , realizzato in collaborazione con l’Accademia di Belle Arti di Venezia e l’associazione We Are Here Venice e con il sostegno di London Stock Exchange Foundation.

Continua la collaborazione tra il museo e l’Accademia di Belle Arti di Venezia: per rinsaldare l’antico legame tra collezione storica e supporto alla creazione artistica contemporanea le due istituzioni, in collaborazione con l’associazione WAHV e con il sostegno di LSEF, bandiranno un concorso internazionale finalizzato alla selezione di un artista che usufruirà di un periodo di residenza di 3 mesi. Interverranno all’incontro con la stampa Paola Marini, direttrice delle Gallerie dell’Accademia di Venezia, Giuseppe la Bruna, direttore dell’Accademia di Belle Arti di Venezia, Marina Famiglietti, Segretario Generale di LSEF e membro del Consiglio di Amministrazione di Borsa Italiana e Jane da Mosto, direttrice dell’associazione We Are Here Venice.

Durante la conferenza stampa sarà presentato il progetto e aperto il bando di partecipazione.

“Il Progetto di residenza d’Artista è per noi un’occasione importante per ribadire il rapporto fra arte, territorio e le Gallerie dell’Accademia, – ha anticipato la direttrice Marini in occasione di un incontro con gli studenti del Master in Management dei Beni Culturali dell’Università di Ferrara – e per ribadire le importanti relazioni a livello internazionale che essa intrattiene, che sono dirette al mondo della ricerca, con storici dell’arte e altre istituzioni culturali.”.

Il bando per la Residenza d’Artista si va ad aggiungere alle numerose attività che il prestigioso Museo nazionale – diventato museo autonomo nelle more della riforma Franceschini – ha messo in campo nell’ultimo anno con la direzione della Marini. Fra queste il progetto di Alternanza Scuola-Lavoro, che proprio per creare un rapporto più stretto con le scuole del territorio, vedrà gli studenti impegnati nella realizzazione di materiali utili nella fruizione delle opere, a diretto contatto con esse oppure attraverso il web. L’obiettivo importante è quindi il coinvolgimento di altri giovani, che le Gallerie realizzano offrendo esperienze culturali partecipative e inclusive, di cui i ragazzi si faranno portatori come protagonisti attivi.

Fonte: MiBACT/Gallerie dell’Accademia

About Redazione Rivista Siti Unesco