Home / Breaking-News / Anche l’ Alpinismo si candida alla lista del Patrimonio Immateriale
Alpinismo - WHL
Alpinismo - WHL

Anche l’ Alpinismo si candida alla lista del Patrimonio Immateriale

E’ stata ufficialmente presentata al Segretariato UNESCO di Parigi la candidatura multinazionale dell’ “Alpinismo”, promossa da Francia, Italia e Svizzera, per la sua iscrizione nella Lista Rappresentativa del Patrimonio Culturale Immateriale. 

A livello nazionale, la candidatura è stata coordinata dall’Ufficio UNESCO del Segretariato Generale del MIBACT che ha seguito il processo istruttorio tecnico di negoziazione e di relazioni internazionali ed accompagnato la comunità  proponente lungo tutto il percorso, la cui valutazione finale è attesa nel 2019.

La delegazione dell’Ufficio UNESCO del MIBACT  ha presenziato, il 26 marzo 2018 a Parigi, alla firma del dossier da parte delle Rappresentanze Permanenti presso l’UNESCO dei tre paesi coinvolti.  
La promozione della candidatura multinazionale ha rappresentato per il MIBACT la volontà di perseguire politiche culturali di accrescimento della cooperazione internazionale e di dialogo interculturale. 

La pratica dell’Alpinismo, rappresentato dalle comunità del Clup Alpino Italiano (CAI) e il Collegio Nazionale delle Guide Alpine (CNAGAI), è espressione di saperi e tecniche, valori di solidarietà e aiuto reciproco e di competenze specifiche. La sua visibilità in quanto patrimonio culturale immateriale contribuisce ad approfondire e diffondere la conoscenza ambientale e degli ecosistemi, anche nel rispetto delle specificità culturali locali dei territori, coniugando l’importanza di salvaguardare in maniera integrata e sostenibile aspetti del patrimonio naturale con quelli tradizionalmente trasmessi dalle comunità.

Fonte: MiBACT

About Redazione Rivista Siti Unesco