Home / Breaking-News / Generazione Cultura, 100 talenti cercasi

Generazione Cultura, 100 talenti cercasi

Prende il via il secondo bando del progetto Generazione Cultura, ideato e sostenuto da Il Gioco del Lotto in collaborazione con il MiBACT insieme ad ALES e la LUISS Business School, con lo scopo di potenziare le competenze di giovani talenti e valorizzare il patrimonio artistico e culturale del nostro Paese.
Generazione Cultura è una delle iniziative a sostegno della comunità su cui il Gioco del Lotto è da sempre in prima linea con importanti progetti. Questa volta lo fa in modo innovativo: con un percorso formativo e professionale.
Fra gli obiettivi principali del percorso la comprensione delle dinamiche gestionali e organizzative del sistema artistico e culturale, la costruzione di un’esperienza che consenta ai partecipanti di conoscere a fondo il sistema dell’arte e della cultura, lo sviluppo delle capacità progettuali e imprenditoriali per avviare nuove idee di business.
L’iniziativa è rivolta a laureati magistrali in qualsiasi disciplina, o in possesso di un titolo universitario equivalente conseguito presso università estere, con un’età massima di 27 anni, di nazionalità italiana e con una buona conoscenza della lingua inglese (valutata in sede di selezione).

Il bando scadrà il 1 novembre, termine dopo il quale non potranno più essere presentate le domande di ammissione.
Un po’ di numeri: i partecipanti complessivamente saranno 100, che potranno approfittare di 200 ore in 6 settimane di alta formazione presso la LUISS Business School e di 6 mesi di stage retribuito (500,00 euro al mese) presso oltre 30 istituzioni culturali italiane. 10 idee di impresa, proposte dai giovani talenti, potranno avere l’accesso alla fase di “incubazione”.
Dopo una prima selezione sulla carta un gruppo più ristretto di oltre 300 ragazzi verranno convocati per test e colloqui presso Luiss a Roma.

Il programma del progetto è articolato in 3 momenti: a) Formazione in aula per un totale di 200 ore di lezione sui seguenti temi: Digital Transformation e Comunicazione, Marketing dell’arte e della cultura, Adventure Lab, Cultural Project Management, Economia e Gestione delle Istituzioni Culturali Pubbliche Italiane; b)stage retribuito presso istituzioni culturali per una durata complessiva di 6 mesi a cui seguirà un follow-up formativo;
c) tutoring on demand per lo sviluppo di potenziali idee di impresa.

I 100 giovani seguiranno due percorsi paralleli che verranno attivati in 2 gruppi da 50 persone l’uno. La selezione di marzo individuerà i partecipanti al Gruppo 1, quelle di ottobre al Gruppo 2.

Fonte: organizzatori

About Redazione Rivista Siti Unesco

Check Also

Borghi da salvare

Borghi d’Italia: investimenti per 20 milioni di euro

Si è tenuto venerdì scorso presso l’Aula Ottagona delle Terme di Diocleziano, nell’ambito del convegno Borghi, …