Home / Breaking-News / Villa Romana del Casale, restauro e partnership pubblico/privato
Villa Romana del Casale - Ph. José Luiz Bernardes Ribeiro
Villa Romana del Casale - Ph. José Luiz Bernardes Ribeiro

Villa Romana del Casale, restauro e partnership pubblico/privato

La Villa Romana del Casale di Piazza Armerina, sito del Patrimonio Mondiale UNESCO dal 1997, sarà oggetto di un ambizioso progetto di restauro e valorizzazione in partnership con l’assessorato regionale.

Dare nuova luce all’eccezionale ricchezza della Villa Romana del Casale, restituire al pubblico il fascino degli incantevoli mosaici, riqualificare uno dei siti più preziosi dell’antichità, affinché la cultura diventi motore di sviluppo economico e sociale, e pilastro di sostegno per la crescita di un’Isola come la Sicilia. Sono questi gli obiettivi al centro del nuovo progetto di rilancio portato avanti da Sicilia Outlet Village in partnership con l’assessorato ai Beni Culturali della Regione Siciliana.

La dimora imperiale di Piazza Armerina – una casa patrizia romana costruita tra il I e III secolo, e ampliata nel IV, in cui sono custoditi intatti 3700 metri quadri di mosaici, affreschi, utensili e persino impianti termali rinascerà nel nome della valorizzazione del patrimonio territoriale e del turismo esperienziale grazie all’impegno e al valore etico che hanno da sempre caratterizzato l’identità del Village. Un connubio che darà il via per i prossimi tre mesi ad un programma d’interventi di conservazione e manutenzione ordinaria degli apparati decorativi musivi della Villa Romana, che verranno eseguiti dai tecnici restauratori della cooperativa Properart – Professionisti per l’arte: un atto importante che rientra nella mission di Sicilia Outlet Village, punto di riferimento per lo shopping esclusivo ma anche player responsabile dell’esigenze del territorio che lo accoglie, capace di coniugare il meglio della cultura e della leisure di alto livello.

Il progetto di sponsorizzazione prevede la costituzione di un’operazione conservativa effettuata sugli apparati decorativi pavimentali e parietali della Villa, secondo quanto concordato con il polo museale di Piazza Armerina. Il team di restauratori, abilitati ai sensi del d.lgs n.42/2004 e composto da Raffaella Greca, Roberta Campo, Angelina Castiglia, Marina Di Majo, Gianfranco Di Miceli e Ginevra Lo Sciuto, eseguirà una serie di operazioni manutentive che consentiranno in primo luogo l’eliminazione di depositi e materiali pregiudizievoli quali polvere, detriti, alghe e batteri, per poi procedere alla messa in opera di attività di preconsolidamento e ristabilimento dell’adesione delle tessere dei mosaici. In tutti gli ambienti della Villa, infatti, in maniera diffusa e più o meno evidente, si sono verificati fenomeni di sollevamento e distacco delle tessere musive dalle malte di allettamento, che verranno stabilizzate e opportunamente protette.

Un’iniziativa fortemente voluta dal Village che riesce ad abbattere il dualismo pubblico/privato con l’obiettivo di promuovere il turismo ed avviare un dialogo che renda possibile la comprensione e la divulgazione dei valori storici e archeologici siciliani. La comunità locale e i turisti interessati, inoltre, avranno l’opportunità di conoscere e monitorare lo sviluppo dei lavori attraverso l’iniziativa “Cantiere aperto” e i canali social di Sicilia Outlet Village e di Properart.

Fonte: MiBACT

About Redazione Rivista Siti Unesco

Check Also

Italy for Movies

In rapporto con lo sviluppo: luci e ombre del sistema cultura

di Claudio Bocci, Direttore Federculture, Consigliere delegato Comitato Ravello Lab – Presentato il 9 novembre scorso …