Home / Categorie / La Grande Bellezza / Appuntamenti / Governance e sostenibilità dei Siti UNESCO, se ne parla a Caserta
Governance e sostenibilità Siti UNESCO
Governance e sostenibilità Siti UNESCO

Governance e sostenibilità dei Siti UNESCO, se ne parla a Caserta

Governance e sostenibilità economica dei siti UNESCO: è questo il titolo del convegno in programma giovedì 13 luglio, a partire dalle ore 10, presso il Belvedere di San Leucio.

L’appuntamento, organizzato dal Comune di Caserta in collaborazione con il Centro UNESCO di Caserta e i Club UNESCO di Napoli, Pompei, Caserta e Benevento, l’Università degli Studi della Campania “Luigi Vanvitelli”, l’Ordine degli Architetti della Provincia di Caserta, e l’Icomos (International Council on Monuments and Sites) Italia, vedrà la celebrazione anche della Prima Conferenza Regionale dei Sindaci dei Siti UNESCO della Campania.

Dopo i saluti istituzionali del sottosegretario al Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, Antimo Cesaro, dell’ambasciatore Francesco Caruso, consigliere del Presidente della Regione Campania per le relazioni internazionali e UNESCO, del prefetto di Caserta, Raffaele Ruberto, e del sindaco di Caserta, Carlo Marino, i lavori proseguiranno con tanti momenti importanti, con diverse tavole rotonde su diversi temi legati alla gestione, allo sviluppo e alla valorizzazione dei beni Unesco della Campania.

A discutere di questi argomenti i sindaci delle città campane sedi di beni UNESCO, ovvero il primo cittadino di Napoli, Luigi de Magistris, il sindaco di Caserta, Carlo Marino, quello di Benevento, Clemente Mastella, i sindaci di Pompei, Ercolano, Torre Annunziata, Amalfi oltre al rettore dell’Università “Vanvitelli”, Giuseppe Paolisso, i direttori delle Soprintendenze all’Archeologia, Belle Arti e Paesaggio per le province di Caserta e Benevento, Salvatore Buonomo, e per la provincia di Salerno e Avellino, Francesca Casule, il presidente emerito di Icomos Italia, Maurizio Di Stefano.

Ai tavoli di lavoro, parteciperanno rappresentanti del mondo dell’industria, delle attività produttive, dell’agricoltura, del commercio, oltre che tanti manager e dirigenti pubblici specializzati nella valorizzazione e nella tutela del patrimonio artistico-culturale.

I Siti UNESCO possono e devono, infatti, costituire il sistema di riferimento intorno al quale iniziare un percorso d’eccellenza per la valorizzazione dell’immenso Patrimonio culturale e ambientale del nostro Paese con la consapevolezza del ruolo strategico che tale valorizzazione potrà rivestire per il futuro, non solo quale imprescindibile recupero di una memoria culturale, ma anche quale potente strumento di crescita economica e sociale del quale lo sviluppo turistico è un importante aspetto.

E’ indispensabile un’inversione di tendenza delle politiche di tutela a favore di una gestione partecipata del patrimonio culturale che coinvolga e indirizzi professionisti, piccole imprese, cooperative e altri soggetti,  incoraggiandoli ad avere un ruolo attivo nelle azioni di salvaguardia e nella valorizzazione.

Spazio anche per una mostra fotografica dei siti UNESCO realizzata dalla professoressa Jolanda Capriglione, per una mostra dei tessuti serici della Real Fabbrica di San Leucio a cura del parroco della Colonia, don Battista Marello.

Nell’abito del convegno si terrà la consegna della cittadinanza onoraria al Maestro Ennio Morricone da parte del sindaco Carlo Marino.

“La città – ha spiegato il primo cittadino – ha deciso di conferire questo riconoscimento al Maestro Morricone, che ci ha onorato, nel celebrare il sessantesimo anniversario della sua carriera di compositore e direttore d’orchestra, tenendo ben due concerti nella nostra città. È un personaggio di straordinaria caratura, unanimemente riconosciuta a livello internazionale, che ha dato lustro al nostro Paese nel mondo. Sono certo che, da neo-cittadino casertano, vorrà fare da ambasciatore anche per le nostre bellezze artistico-culturali e paesaggistiche, a partire dal meraviglioso Belvedere di San Leucio, il nostro bene Unesco assieme alla Reggia. E proprio nel corso di un convegno così importante sulla gestione e la valorizzazione dei beni tutelati da questo grande organismo internazionale abbiamo voluto consegnare al Maestro Morricone questo riconoscimento. Un legame ideale tra l’eccellenza artistica di questo eccezionale personaggio e il nostro patrimonio artistico”.

Nel pomeriggio, presso le sale del Belvedere, si terranno in contemporanea il direttivo dell’Associazione Beni Italiani Patrimonio Mondiale UNESCO e la 1° Conferenza Regionale dei Sindaci dei Siti UNESCO della Campania.

About Redazione Rivista Siti Unesco

Check Also

L'Aquila

L’Aquila: il MiBACT avvia indagine ispettiva

Una nuova inchiesta giudiziaria si abbatte sul cantiere più grande d’Europa: L’Aquila, che a otto anni dal …