Home / Categorie / Categorie1 / Buone prassi / On line Visitdolomites.com, il nuovo sito delle Dolomiti UNESCO
visitdolomites.com - FONDAZIONE Dolomiti UNESCO
visitdolomites.com - FONDAZIONE Dolomiti UNESCO

On line Visitdolomites.com, il nuovo sito delle Dolomiti UNESCO

Un nuovo mondo virtuale per raccontare le Dolomiti UNESCO nel miglior modo possibile. Questo lo scopo de Visitdolomites.com, in nuovo sito voluto dalla Fondazione Dolomiti UNESCO con  promuove il Bene Naturale con una modalità che le è propria, per ottimizzare il lavoro di tutti i soggetti interessati e raggiungere obiettivi comuni in linea con le indicazioni UNESCO, presentato ieri a Roma presso il Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo.

“Lavorare in collaborazione con il Ministero e con gli enti territoriali che condividono il Bene Patrimonio dell’Umanità è stato un passo molto importante. In particolare connetterci con il Ministero e con il Dipartimento Turismo è un grande onore, per questo ringrazio il Direttore Generale dott. Palumbo”, così la Presidente Mariagrazia Santoro intervenendo alla presentazione di Visitdolomites.com a Roma nella sede della Stampa Estera. Il progetto è stato realizzato dalla Fondazione Dolomiti UNESCO congiuntamente al Ministero dei Beni, Attività Culturali e Turismo.

Il nuovo portale web www.visitdolomites.com è il riferimento ufficiale e più completo per la scoperta dei territori che condividono il Bene Dolomiti UNESCO. Testimonial d’eccezione e dolomitico di nascita, di cuore e di mente, Kristian Ghedina, (vive a Cortina d’Ampezzo) il campione dello sci alpino, il discesista italiano che ha vinto più gare in coppa del mondo: 13 podi di cui 12 in discesa libera e 1 in super G. Kristian Ghedina, il cui record di discese libere in Coppa del Mondo resta ancora imbattuto (167 discese di Coppa in meno di 20 anni di agonismo ai livelli più alti) ha detto, “per me le Dolomiti sono la mia ricarica naturale, il paesaggio dolomitico mi dà energia e mi ricarica ora come allora quando facevo le competizioni in giro per il mondo.”. 

Visitdolomites.com è un progetto pilota, innovativo in cui Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo ha creduto e ha lavorato con la Fondazione per promuovere un turismo di qualità”, con queste parole il Direttore Francesco Palumbo della Direzione Generale Turismo MiBACT è intervenuto all’incontro.

Ha partecipato alla Conferenza Stampa Federico Caner – Assessore alla programmazione, fondi UE, turismo, commercio estero della Regione del Veneto, che così si è espresso: “Il portale è uno dei risultati raggiunti attraverso la collaborazione tra i diversi soggetti istituzionali chiamati a tutelare e promuovere le Dolomiti. Visitdolomites.com ha il pregio di essere una grande vetrina che espone e presenta uno straordinario patrimonio nella sua interezza. Poco importano, infatti, ai visitatori e agli ospiti i confini amministrativi tra Regioni e Province. L’attenzione di un turista attento si muove essenzialmente verso la conoscenza dei luoghi, dell’ambiente e del paesaggio, dei valori culturali e sociali di chi vive tra queste splendide montagne e noi dobbiamo saper fare squadra per divulgare un messaggio completo, responsabile e accattivante”.

Oscar De Bona – Presidente Associazione Bellunesi nel Mondo e, fresco di nomina, vice-presidente della UNAIE – Unione Nazionale Associazioni Immigrati e Emigrati, ha ringraziato la Fondazione “per aver dato la possibilità alle ottocento e più associazioni di italiani nel mondo di poter, attraverso il portale www.visitdolomites.com, tornare al cuore delle proprie origini, alle Dolomiti che, per molti di loro, costituiscono la patria di genitori e nonni”.

Il Direttore della Fondazione Dolomiti UNESCO Marcella Morandini ha presentato nei dettagli il portale web Visitdolomites.com e la APP Dolomites Passport, restituendo gratitudine al lavoro che parchi, musei, rifugi e associazioni di vari ambiti e settori fanno per la valorizzazione del Bene Dolomiti UNESCO.

Grazie a Visitdolomites.com l’Arcipelago fossile più bello e invidiato del mondo, si presenta nella sua veste più ricca e completa. Il portale web, disponibile in tre lingue (italiano, inglese e tedesco) è la bussola per orientarsi nella ricchissima offerta culturale, naturalistica, geologica, alpinistica – e tanto altro ancora – dei nove Sistemi dolomitici. Grazie al Ministero dei Beni, Attività Culturali e Turismo, la Fondazione Dolomiti UNESCO lo ha realizzato in collaborazione con gli enti di promozione turistica delle province e regioni su cui si eleva il Bene Naturale. Visitdolomites.com è un mosaico di informazioni, che vede Veneto Promozione e Regione Veneto, Trentino Marketing e Provincia Autonoma di Trento, IDM – Südtirol e Provincia Autonoma di Bolzano, Promoturismo FVG e Regione autonoma Friuli Venezia Giulia, lavorare insieme per uno stesso obiettivo: proporre, attraverso un unico portale web, tutte le migliori opportunità per la visita nelle Dolomiti Patrimonio dell’Umanità.

Il portale web è frutto del Progetto di Eccellenza “Dolomiti Patrimonio Mondiale dell’Umanità”, coordinato dalla Regione del Veneto. Un tavolo di lavoro che vede amministratori ed enti di promozione turistica lavorare insieme per la promozione congiunta delle Dolomiti Patrimonio Mondiale UNESCO. Lo sviluppo di progettualità per la valorizzazione del territorio dolomitico è il primo degli obiettivi che il Progetto di Eccellenza si è posto fin dalla sua nascita, nel 2011.

“La piattaforma rappresentata dalla Fondazione Dolomiti UNESCO ha la capacità di raccontare al mondo le Dolomiti in modo innovativo e unitario. Numerosi sono i progetti in questo senso, al fianco di www.visitdolomites.com possiamo citare il Progetto Rifugi delle Dolomiti UNESCO, nonché la collaborazione con National Geographic che vedrà la Fondazione impegnata in una mostra fotografica a Praga dal prossimo 3 maggio” ha concluso la Presidente Santoro.

Fonte: organizzatori

About Redazione Rivista Siti Unesco

Check Also

CAPITALE CULTURA 2020

Capitale italiana della Cultura 2020, aperto il bando: come partecipare

Capacità di immaginare e progettare per la propria città attività, iniziative ed eventi che possano …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *