Home / Breaking-News / Carta Internazionale per lo Sport, il benessere dal personale al sociale
SPORT CARTA
SPORT CARTA

Carta Internazionale per lo Sport, il benessere dal personale al sociale

Pubblicata la versione italiana della Carta internazionale per l’educazione fisica, l’attività fisica e lo sport che – adottata nel 1978 –  afferma che “la pratica dell’educazione fisica è un diritto fondamentale per tutti” e rappresenta il documento di riferimento che orienta e supporta il processo decisionale in campo sportivo.

Il documento è stato aggiornato nel 20015 ed è ora disponibile anche in lingua italiana, nel rispetto dei principi del documento originario introduce principi universali quali la parità di genere, la non-discriminazione e l’inclusione sociale nello sport e attraverso lo sport. Evidenzia, inoltre, i benefici dell’attività fisica, la sostenibilità dello sport, l’inclusione delle persone diversamente abili e la protezione dei minori.

Si tratta di una best practice eccellente che contribuisce in modo significativo alla diffusione dei valori dell’UNESCO nel nostro Paese – Leggi tutto il documento.

Secondo il documento, la pratica dell’educazione fisica, dell’attività fisica e dello sport è un diritto fondamentale per tutti. La libertà di sviluppare le potenzialità e il benessere fisico, psicologico, sociale attraverso queste attività deve essere supportata da tutte le istituzioni governative, sportive ed educative.

Scorrendo gli articoli della Carta, si nota che una grande importanza è stata riconosciuta alla pratica sportiva come strumento per il benessere sociale. “L’educazione fisica, l’attività fisica e lo sport, quando opportunamente organizzate, insegnate, finanziate e praticate, possono dare un importante contributo ad una vasta gamma di benefici per gli individui, le famiglie, le comunità e la società in generale. Essa contribuisce al percorso di alfabetizzazione, alla realizzazione del benessere, della salute e delle potenzialità dell’individuo attraverso il miglioramento della resistenza, della forza, della flessibilità, della coordinazione, dell’equilibrio e del controllo.”

L’educazione fisica, l’attività fisica e lo sport possono supportare le potenzialità ed il benessere sociale attraverso la creazione e il rafforzamento di legami con la comunità e relazioni con la famiglia, amici e pari, creando un senso di appartenenza e di accettazione, sviluppando attitudini e comportamenti sociali positivi, e unendo le persone con contesti di provenienza culturale, sociale ed economici diversi nel perseguimento di obiettivi e interessi condivisi.

Tutte le parti interessate devono partecipare alla creazione di una visione strategica, individuando le opzioni politiche e le priorità. I programmi di educazione fisica, attività fisica e sport devono stimolare la partecipazione permanente lungo l’arco della vita.

L’insegnamento, l’allenamento e la gestione dell’educazione fisica, dell’attività fisica e dello sport devono essere eseguiti da personale qualificato. Spazi, impianti ed attrezzature adeguati e sicuri sono essenziali per l’educazione fisica, l’attività fisica e lo sport di qualità.

About Redazione Rivista Siti Unesco

Check Also

PAN NAPOLI

“Museo dell’anno” cercasi: aperta la call per il concorso dell’ICOM

Per festeggiare i suoi 70 anni di attività, ICOM Italia rinnova l’iniziativa “Museo dell’anno”, un …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *