Home / Breaking-News / 1° maggio fra musei ed eventi culturali
1° maggio - musei aperti. Lamezia Terme
1° maggio - musei aperti. Lamezia Terme

1° maggio fra musei ed eventi culturali

Lunedì 1° Maggio in occasione della Festa del Lavoro i principali musei, aree archeologiche e monumenti statali resteranno aperti.

Dal Museo di Palazzo Ducale di Mantova al Museo Archeologico Nazionale di Reggio Calabria, dai Musei Reali di Torino agli Scavi di Pompei, dal Parco Archeologico di Paestum alle Gallerie dell’Accademia di Venezia, dalla Galleria Nazionale d’Arte Moderna e Contemporanea di Roma al Parco Archeologico di Ercolano che per l’occasione riaprono alcuni edifici della città, dalla Galleria Nazionale delle Marche nel Palazzo Ducale di Urbino al Museo Nazionale Archeologico di Taranto fino al Colosseo, sono oltre 340 i luoghi della cultura statali che cittadini e turisti potranno visitare per un lungo week end all’insegna della cultura.

A Napoli dalle ore 9,30 alle 18,00 la Biblioteca Nazionale di Napoli apre le sue porte a visitatori e turisti per far conoscere i luoghi della memoria ed il patrimonio in essi contenuto; si potranno ammirare le sale monumentali , alcune mirabilmente affrescate, di Palazzo Reale che ospitano la Biblioteca, eccezionalmente è visitabile anche la sezione museale Elena D’Aosta, con le raccolte etnologiche della Sala Africa.

Si inaugura  nella sezione Lucchesi Palli un percorso espositivo su “Pirandello ed i De Filippo“, allestito in occasione dei150 anni dalla nascita di Pirandello e visitabile fino al 31 maggio. L’ esposizione documenta attraverso testimonianze dall’Archivio De Filippo e della Biblioteca i richiami e le connessioni tra Luigi Pirandello ed il teatro napoletano i rapporti con  i fratelli De Filippo e con Raffele Viviani. Nella Sala Rari sarà proiettato il video Leopardi segreto, sugli autografi leopardiani e i tesori della Biblioteca.

In Sala Esposizioni sarà possibile visitare l’interessante mostra “Gli Ebrei a Shangai” che attraverso lettere, documenti e fotografie rievoca il contesto storico e le vicende che riguardarono la fuga degli Ebrei dall’Europa verso l’Asia Orientale , la loro vita a Shanghai ed il rapporto con il popolo cinese. Allestita in collaborazione con l’Università degli studi di Napoli “L’Orientale” e la Comunità ebraica di Napoli, la mostra è corredata da una preziosa selezione di testi antichi e moderni sulla Cina, tratta dai ricchi fondi della Biblioteca e da numerosi documenti d’epoca sull’assistenza ai rifugiati, tratti per la prima volta dall’Archivio Storico della Comunità Ebraica di Napoli. Dimostrazioni nel Laboratorio di Restauro al piano terra.

A Barletta, presso il parco archeologico di Canne della Battaglia sarà aperta al pubblico l’area archeologica dalle ore 10:00 alle 19:00, secondo i percorsi indicati dal personale in servizio. L’iniziativa è stata resa possibile grazie al fruttuoso rapporto di collaborazione tra le istituzioni del MiBACT coinvolte, il Segretariato Regionale e il Polo Museale della Puglia con la collaborazione dell’Amministrazione Comunale di Barletta. L’apertura parziale del noto sito, suggestivo scenario dello storico scontro tra Romani e Cartaginesi del 216 a.C., anticipa e preannuncia quella ordinaria e definitiva dell’intero parco e dell’Antiquarium, di cui si prevede, per la fine del mese di Maggio, il completamento dei lavori di ristrutturazione, finanziati con delibera CIPE 92/2012, su determinazione della Regione Puglia, diretti dal Segretariato Regionale del MiBACT Puglia.

Anche il Polo Museale della Calabria, diretto da Angela Acordon, vedrà l’apertura dei luoghi della cultura statali di propria competenza di seguito elencati:  Chiesa di San Francesco d’Assisi – Gerace (Reggio Calabria) Galleria Nazionale di Cosenza (Cosenza) La Cattolica – Stilo (Reggio Calabria) Le Castella – Isola Capo Rizzuto (Crotone) Museo Archeologico Nazionale “Vito Capialbi” – (Vibo Valentia) Museo Archeologico Nazionale di Crotone (Crotone) Museo Nazionale Archeologico della Sibaritide – Cassano all’Ionio (Cosenza) Museo Archeologico e Parco Archeologico dell’antica Kaulon – Monasterace (Reggio Calabria) Museo e Parco Archeologico Nazionale di Capo Colonna (Crotone) Museo e Parco Archeologico Nazionale di Locri – Locri (Reggio Calabria) Museo e Parco Archeologico Nazionale di Scolacium – Roccelletta di Borgia (Catanzaro) Museo Statale di Mileto – Mileto (Vibo Valentia) Museo Archeologico Nazionale di Amendolara – Amendolara (Cosenza) Museo Archeologico Lametino – Lamezia Terme (Catanzaro).

A Modena aperti i luoghi del sito UNESCO. La Torre Ghirlandina sarà aperta  a orario continuato dalle 9.30 alle 19 (ingresso 3 euro, o incluso nel biglietto Unico da 6 euro). 

Il Duomo  sarà aperto dalle 7 alle 12.30 e dalle 15.30 alle 17.30, mentre i Musei del Duomo in via Lanfranco saranno aperti dalle 9.30 alle 12.30 e dalle 15.30 alle 18.30 . L’Acetaia comunale aprirà alle visite a gruppi con guide della Consorteria nei turni delle 10.30; 11.30; 15.30; 16.30, le Sale storiche di Palazzo Comunale in piazza Grande saranno aperte dalle 9.30 alle 12.30 a ingresso gratuito e dalle 15 alle 19 a pagamento (2 euro, oppure ingresso compreso nel biglietto unico Sito Unesco al costo di 6 euro).

Maggiori dettagli ed elenco aggiornato delle istituzioni culturali aperte @ http://www.beniculturali.it/mibac/export/MiBAC/sito-MiBAC/Contenuti/visualizza_asset.html_1484643276.html

Fonte: MIBACT

About Redazione Rivista Siti Unesco

Check Also

Paestum

I giorni romani di Paestum, viaggio nel tempo

E se la macchina del tempo esistesse davvero? E’ quello che promette l’iniziativa “I giorni …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *